roller
  Comune d Europa Comunità Virtuale Fondana Gemellata con Dachau  
Webmaster for Phpnuke 7.9 Copyright © 2014 by info@lacittadifondi.it.
Thema News_laCdF_1024-Copyright © 2014 by www.lacittadifondi.it.
Donate
english german french spanish brazilian russian japanese

ricerca-avvanzata
beny
  Registrati Home  ·  Home II  ·  Account  ·  Forum  ·  Video Chat  ·  Gallery  ·  All_News  ·  Invia News    
beny
Al momento non ci sono contenuti in questo blocco.

Menù
 Home
 Home
 Home II
 S. Angelo del Pesclo
 Mondo aurunco
 Egitto
 Meteo
 Meteo foreca
 News
 Archivio news
 Invia articolo
 Info
 Contattaci
 Segnalaci
 Telefoni utili
 Cerca
 Web link
 Pittori Poeti
 Dove Siamo
 Forum
 Vario eventuale
 Italiani nel mondo
 Comunità
 Il tuo account
 Registrati
 Lista utenti
 Contenuti
 Servizi al cittadino
 Arte storia e cultura
 Ricezione turistica
 Extra Index
 Home II
 Index Todos
 Statistiche
 Top
 Sondaggi
 Statistiche
 Video TV
 Nuke Tube
 Sport Interviste
 Virtual girls
 Gallery
 Gallery
 Più viste
 Relax
 Sudoku2
 Sudoku risolve
 Espande
 Dove siamo

Arte, storia e cultura
· Centro di Mediazione Familiare
· Indirizzi e numeri telefonici
· Ospitalità
· Sant'Onorato
· Cenni storici
· Cittadini illustri
· Castello Baronale
· Palazzo Baronale
· Chiese e santuari
· Quartiere Ebraico
· Castrum romano
· Terme romane
· Tempio di Iside e I Greci
· Museo civico
· Cenni geografici
· Economia e lavoro
· Giudea di G. Carnevale
· Fondi di G. Carnevale
· Oratorio di S. Filippo Neri

Forum Ultimi 15 Post

 Regala ciò che non hai...
 Girando per il Web.... Ugo Foscolo
 Vincenzo Liguori - fondano
 Lentamente muore - poesia di Martha Medeiros
 Noialtre donne di Gabriele Prignano
 Donne del Sud di Albino Cece
 Fondi campane di Santa Maria
 Giulia Gonzaga - premessa di Fernando Seconnino
 Lo Scisma d'Occidente
 le filatrici di Fondi
 Sant'Angelo del Pesclo
 Andersen a Fondi
 Sughi e Ragù - La cucina fondana nei ricordi
 Secondi piatti - La cucina fondana nei ricordi
 Primi piatti - La cucina fondana nei ricordi

MSA User Info
Benvenuto, Ospite
Nickname

Password

(Registrare)

Iscrizione:
più tardi: EverettSwe
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 4035

Persone Online:
Visitatori: 88
Iscritti: 0
Totale: 88

Pagine Visitate rid
Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2010

Pagine visitate
· Visitate oggi 273
· Visitate ieri 3,390

Media pagine visitate
· Oraria 112
· Giornaliera 2,689
· Mensile 81,778
· Annuale 981,342

traduttore google
Al momento c'è un problema con questo blocco.

La Città di Fondi :: Leggi il Topic - Feula Alba Peri - Un po di parole per Vivere paarte I e II
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Feula Alba Peri - Un po di parole per Vivere paarte I e II

 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Feula Alba Peri
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Sab Apr 02, 2011 9:44 am    Oggetto: Feula Alba Peri - Un po di parole per Vivere paarte I e II Rispondi citando

Un po di parole per Vivere

Ciò che un artista esprime nella sincerità della spontanea creazione è messaggio di sé ed attraverso la tela stabilisce contatti con l’osservatore sensibile. Quello che emanano i tuoi quadri è coraggio, quel coraggio che ti ha sempre distinta ed ha fatto di te una persona speciale.
Così come la tua figura comunque si impone e neppure i capelli bianchi riescono ad attutire la forza della tua immagine, così i tuoi quadri attirano lo sguardo con prepotenza aggressiva. Solo più tardi, indugiando, si può scoprire la tenerezza nascosta tra i petali dei fiori, nella morbidezza della mimosa o in alcuni minuti particolari che svelano certe tue capacità di inaspettata pazienza come quando mi sorprendi impegnandoti nell’orlo di una gonna.
Il tratto deciso ci parla con determinazione, il pennello sembra intinto direttamente nella sicurezza quando descrive forme piene, ben costruite, completamente rivelate. Il colore è dato con generosità, la tua stessa generosità fatta di slanci. E’ un colore sempre brillante che comunica ottimismo e fa pensare al sole. Anche i tuoi temporali diventano un prodigio della natura che dura solo quel tanto che basta per lavare il cielo e le cose, e tutto torna a splendere festosamente alla vita.
E sei così, con questi occhi attenti, grandi, neri, brillanti.
E sei così, con la tua forza intatta, con la tua volontà, con la tua grinta
Patti Feula Ambra


Cara Alba,
è ormai passato qualche anno da quando, ancora allieva dell’Accademia di Roma, mi mostrasti i tuoi primi saggi di pittura.
Già allora il tuo lavoro si distaccava da quello di altri giovani della scuola, per la sua freschezza e originalità.
Da allora hai fatto molta strada, hai acquistato esperienza, senza tuttavia che quella freschezza iniziale, il sentimento diretto della natura, le tue qualità iniziali, si siano smorzate. Al contrario esse risultano valorizzate da una immaginazione accesa, da un più sciolto e sicuro procedere.
Tutto è diventato più naturale e più libero. Fiori, frutta, orizzonti, barche, alberi, sono da te raffigurati con mano sempre più certa, con accenti sempre più energici.
Credo che in un momento di tanta confusione, di tanto sperimentare (pur con tutto quel che di positivo lo sperimentare comporta) la tua pittura sia un’oasi, qualcosa di diretto e semplice, di cui l’uomo ha sempre bisogno, per intrattenere con la vita un rapporto non faticoso e sforzato, ma pienamente naturale
Renato Guttuso


Nei dipinti di Alba Peri Feula vediamo realizzarsi la sua ispirazione poetica in una strutturazione incisiva e forte attuata con tocchi freschi e talora pieni di vero calore. Questa artista riesce a costruire immagini che nel colore e nella forma hanno il loro maggiore punto di appoggio e riferimento. Ciò che sembra interessarla maggiormente è l’accordo fra la partitura coloristica ed equilibri compositivi, un accordo perseguito con tenacia ed accortezza.
L’impianto figurativo dell’arte di questa artista si impone con tutta la coerenza di uno stile sobrio e felice, mezzo fedele che accompagna con omogeneità l’esperienza dell’artista.
Alba Peri Feula riesce con le sue tele a trasmettere una grande gioia di vivere, ottenuta con l’uso di colori vivaci, luminosi, ardenti. La Feula cerca sempre di cogliere l’intimo contenuto del sentimento ed afferrarne l’essenza, immedesimandosi in una sua propria dimensione lirica, capace di condurla ma soprattutto di condurci, in quel mondo di serenità spirituale da cui ci stiamo quotidianamente allontanando
Eleonora Vernasca


NEL GIORNO DELLE NOZZE
Irene

Razionalità, sincerità, amabilità
sono le sue doti principali unite alla bontà.
Amante del bello e della buona compagnia.
Ragazza splendida, ovunque va porta allegria.
Suona la chitarra ed ha una bella voce.
Sempre pronta con vivacità a fare conversazione.
Tenera con gli animali che tratta con grazia e simpatia.
Fortunatamente ha trovato un bel giovane,
adeguato, artista, compositore raffinato
tanto amato e ora suo marito è diventato.
Sono una bellissima coppia, intelligenti
umani, molto sensibili ed affiatati.
Amano la vita semplice e la poesia.
Alessandro al pianoforte compone e
suona melodie, mentre Irene canta
con delicate modulazioni,
miei cari figli
una lunga vita, di amore e tanta felicità
La nonna Alba

Roma 1-7-1999
Chiesa di S. Maria in Celsano
S. Maria di Galeria


Ultima modifica di beny il Lun Giu 13, 2011 10:07 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Dom Apr 03, 2011 10:35 am    Oggetto: Feula Alba Peri - Dolce Ricordo Rispondi citando

Dolce Ricordo
VISTO CON GLI OCCHI DELLA BAMBINA CHE SOPRAVVIVE IN ME

Ricordo il mattino freddo e grigio intenso; le lunghe passeggiate in calessino, avvolti in mantelli e sciarpe di morbida lana….. Ricordo lo scalpitio cadenzato del mansueto cavallo del nonno,dal pelo lucido e dalla testa altera di puro sangue…. Di tanto in tanto nell’aria si alzava un nitrito, subito seguito da una voce calda del nonno che lo incitava ad andare più svelto. Dopo tanto trottare però si profilava il podere, dopo un po’, velocemente si avvicinavano al calesse i gattini saltando e scendendo con la stessa velocità, dimostrandoci affetto.
Il canto del gallo da lontano rispondeva allegramente unendosi alle galline ed alle oche, creando una vera festa. Intanto l’aria si era fatta meno pungente ed anche l’insieme di questa allegra visione ci riscaldava il cuore. Il nonno osservava tutto d’intorno, poi sistemava il cavallo ed il calesse nella stalla. La nonna dopo aver salito le poche scale apriva la porta del podere, sistemava i vari pacchetti portati per il fabbisogno e subito accendeva il camino per rendere tutto più accogliente e quando il fuoco a legna scoppiettava, ci preparava un po’ di caffè e latte caldo.
Che bella e brava donna era la mia nonna “Angelina” sempre sorridente, serena, sicura, sempre pronta a rimboccarsi le maniche, per lavorare. Per Lei tutto era semplice, tutto facile, sapeva fare tutto e ci sapeva donare tanto affetto. Bella di aspetto, alta di statura, sempre con la testa ben sistemata; grazie anche ai suoi capelli ondulati, fermati con un alto del ciuffo che metteva in evidenza il suo bel collo ed il suo bel viso.
Figure snella dalla vita molto sottile e dai fianchi rotondi; altera di portamento, donna molto curata sempre profumata. La ricordo con molta nostalgia e con grande affetto. Quando aveva finito di sistemare tutte le cose che aveva portato, usciva sul terrazzo ad osservare il bel vedere delle piante circostanti che erano degli ulivi secolari, i monti lontani, il cielo, e poi faceva un bel respiro profondo e subito si metteva a preparare il mangime per le oche e le galline. Tutto le era congeniale, non conosceva la pigrizia, tutto faceva con amore e tanta attenzione.
Il nonno sistemava le botti del vino, guardava lavorare gli operai ed era molto felice di essere vicino alla sua gente, disponeva ed organizzava il lavoro che doveva essere eseguito. ....La vita in campagna era veramente un dono di Dio. Tutto avveniva con semplicità, io giocavo con i gattini, le ochette ed i pulcini. Gioia fatta di piccole cose, quasi di niente, ma senz’altro gioia pura, quasi perfetta… intanto dal camino usciva un buon profumo di cucinato che si spandeva per l’aria tra gli ulivi d’intorno facendoci capire che presto la nonna ci avrebbe chiamato per il pranzo.
Tutto ciò vive ancora in me quale ricordo di una vita fatta di serenità, di semplicità e di cose belle, oneste che però danno la “vera felicità” che odora di grande onestà. I passerotti venivano a salutarci beccando qua e là piccole briciole sul davanzale del terrazzo. Tutto era ridente, tutto era bello, la vita in campagna scorreva con semplicità all’aria aperta sempre con molta tranquillità. In quel paesaggio incantato, tutto mi divertiva, non avevo bisogno di altre bambine per giocare, mi divertivo osservando molto attentamente tutto ciò che mi circondava ed ero serena, felice in mezzo alle mie care persone e ad alcune deliziose bestiole che formavano la nostra famiglia. Poi il “coccodè” mi annunciava che le uova fresche erano già nella cesta, chiamavo la nonna e con lei andavamo a prenderle con il paniere nel pollaio… ricordo ancora il colore di quelle uova quasi rosa pallido ed altre di un bianco candido. Ricordo il razzolare delle galline, d’intorno tutto si aggiungeva ad arricchire una gioia grande che mi determinava uno stato di benessere e mi faceva vedere un mondo perfetto. Tutto vive ancora in me e riesce ancora oggi a rendermi felice la vita a distanza di tanti, tanti anni. In campagna ancora oggi riesco ad assaporare quella gioia perfetta, fatta di tutto e di niente.
Grazie nonna !



LA FONTANELLA A SCANSANELLO
Scansanello è un podere in collina, là tra i filari di uva si trova sotto una grande pergola un pozzo in pietra serena, per lavare i panni, poco distante da questo si trova una fontanella con una vaschetta in pietra da dove esce continuamente inverno ed estate la solita quantità di acqua potabile molto fresca
La zona d’intorno è povera d’acqua e questa stuzzica l’invidia dei vicini poderi e tanto più se si pensa che molti anni fa non si aveva l’acqua neppure nelle case e la quantità dell’acqua che usciva dalle fonti pubbliche non era sufficiente per gli abitanti.
I contadini vicini erano costretti a chiedere di fare il bucato a questo pozzo e di conseguenza prima di andare via facevano provvista di acqua da bere da quella piccola fontanella.
Per noi era benedetta da Dio.
Dal grande pozzo partivano dei canaletti nel terreno che servivano per irrigare l’orto e la vigna. Il tutto si trovava nella parte più alta del podere da dove si poteva osservare tutto l’Argentario, la Feniglia e Porto S. Stefano. Di sera con le luci accese questo paesaggio sembrava la visione del lago di Lugano.
Sopra il pozzo vi era una bella copertura di viti di uva da tavola e in autunno era sempre piena di bellissimi grappoli di uva bianca da tavola. Intorno vi erano molte piante di melograni e il tutto determinava un’oasi con le molte fragole che erano la gioia di noi ragazzi.
Qua e là c’erano ciuffi di uva spina, per mio padre era un angolo meraviglioso e diceva che era benedetto da Dio e per lui era il più bello del mondo perché gli ricordava i giorni felici della sua infanzia e della sua gioventù.
Anche oggi a volte socchiudo gli occhi e rivedo il tutto e tutto acquista maggior valore…riesco a sentire il fresco e il sapore di quell’acqua che sapeva di gioia, di ricordi, d’amore. Ancora oggi quel filo d’acqua è vivo e continua a scorrere e dissetare.
Veramente è un angolo di paradiso terrestre dove si calmano le ansie e si gioisce perché tutto è filtrato dalla natura circostante, vigneti e frutteti. Tutto è intimo tutto è insostituibile… io guardo il filo d’acqua scorrere lento nella piccola vasca, mi lavo le mani, mi sento purificata, felice, sento che faccio parte del paesaggio perché vive in me… e quel filo d’acqua ancora scorrerà sempre con la stessa portata e disseterà e donerà ancora tanta felicità.

Seconda Parte
DOLCE RICORDO
I Miei Veri Amori
Data la mia avanzata età, sono diversi mesi che non salgo nello studio, ma disegno in casa al tavolino. Dentro di me,sento però il dispiacere di avere abbandonato la mia vera amica tavolozza che tante soddisfazioni, in questo lungo cammino mi ha donato. Poi pian piano mi metto a disegnare a penna con inchiostro di china; sento ritornare in me la calma, la concentrazione e la felicità di un tempo.
Finito di disegnare mi metto d osservare la mia vecchia amica tavolozza attaccata al chiodo, i colori sono secchi, mi sembra che mi chiami, mi alzo prendo la tavolozza e la stringo a me; ricordo il tempo bello di quando la facevo stancare troppo per il mio troppo dipingere.
Oggi però non ho più quella energia e quel sussurro va smorzato, e dico a me stessa:”cara Alba tutto a suo tempo!… Pensare che ho vissuto per la pittura ed oggi l’ho dovuta abbandonare!
Bello era il tempo dei due grandi Amori, la pittura e la scuola.
Allora ero felice e contenta, più lavoravo più ne ero felice.
Veramente gli alunni ed i miei colori sono i miei vecchi unici grandi Amori.
Amori potenti, vibranti che mi hanno aiutato a vivere.
Pensare a quei bellissimi giorni vuol dire ancora oggi “sentire la gioia, il fremito, la volontà, il desiderio di creare, di donare e la grande gioia infinita della realizzazione”
Amori potenti, vibranti che mi hanno saputo aiutare e guidare nel lungo cammino della vita e dell’arte.
Pensare a quei giorni è sentire ancora la gioia di vivere ed assaporare la giovinezza. Poi mi metto ad osservare una ad una le tele da me realizzate precedentemente e comprendo che ho veramente vissuto molto e sono felice di aver dato molto ai miei veri importanti potenti amori.
Accarezzo i miei libri che ho scritto, prendo la mia grande amica tavolozza e la stringo forte forte a me e la ringrazio delle numerose gioie che mi ha donato; poi metto i colori sulla tavolozza e mi metto ancora a fare qualche cosa… allora io sono felice perché sento la gioia in me.
Impossibile abbandonare l’Arte, per me è la vita!
Il dipingere per me è vivere, sognare ed amare ed allora grido:”viva la vita!”
Penso allora a quello che ho fatto in pittura ed a quello che ho saputo donare ai miei carissimi alunni, sempre con tanto garbo, rispetto, dolcezza ed amore.
Mi sento serena di aver dato tanto amore anche ai miei alunni, ho ben seminato e sono certa che anche loro un giorno mi ricorderanno, chi ben semina raccoglie…Ah! Se gioventù sapesse e se vecchiaia potesse!


Ultima modifica di beny il Lun Giu 13, 2011 9:08 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Sab Mag 07, 2011 4:50 am    Oggetto: OSSERVANDO UN ACQUERELLO Rispondi citando

OSSERVANDO UN ACQUERELLO

Sono attratta da un bellissimo acquerello
che rappresenta una larga visione di
Marina di Ravenna, in primo piano capanni
e barconi, “visione solita ma molto
particolareggiata”.
All’autrice piace addentrarsi nei piccoli
particolari dai quali spuntano per incanto
paesaggi fiabeschi.
“Vecchi pali di ferro arrugginiti che
escono fuori dall’acqua tra palafitte in
legno con cromatiche incrostazioni.
Legni consumati dalla salsedine che
ci fanno ancora sentire il rumore del
vento e del mare.
Barconi alla secca, corde attorcigliate
sospese ad un gancio rossastro per la
ruggine, barche alla rada in lontananza.
Lontano sorge il sole e rende tutto più
bello e sa di felicità e d’amore.
Le pennellate sicure denotano un forte
carattere di una ragazza che sa sempre
quello che vuole.
La sua pittura è ricca di contenuti.
Frutto di una meticolosa preparazione
culturale e pratica.
Gli acquerelli di Ambra arrivano al cuore.
Ci commuovono, ci prendono e noi facciamo
parte dei suoi paesaggi.
Siamo lì con Lei pieni di commozione
e di tanta ingenua pura felicità.


Ultima modifica di beny il Lun Giu 13, 2011 8:35 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Sab Mag 07, 2011 4:52 am    Oggetto: SAPER VEDERE Rispondi citando

SAPER VEDERE

Il vedere, sicuramente è molto soggettivo.
Una persona può vedere bene, l’altra male.
C’è chi vede troppo, chi vede poco
chi vede niente, ma in realtà
poi cosa vedono, la realtà o l’irrealtà?
La vista penso sia collegata col cervello,
tutto dipende dalla vera personalità
intellettuale della persona che osserva.
Chi può vedere in profondità o in superficie.
Da quale punto di vista umano è progettato
il vedere? Tutto è molto relativo ed è
difficile il poterlo capire e definire.
L’uomo in generale gioca sempre sull’equivoco.
Difficilmente si apre anche all’amico.
Di solito tutti osservano molto, ma
comprendono poco.
Il sensitivo può, dopo una oculata riflessione
avvicinarsi di più a vedere realmente ciò
che osserva la persona interessata.
L’essere umano non è sempre facile poterlo
comprendere, anzi è difficilissimo.
Certe volte ci si illude di capirlo,
ma in realtà rimane sempre una perplessità.
Rimarrà per noi sempre un grosso punto interrogativo.
E questo punto chi ce lo dichiarerà.
penso che in noi rimarrà sempre questa
perplessità.


Ultima modifica di beny il Lun Giu 13, 2011 8:32 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Sab Mag 07, 2011 4:56 am    Oggetto: AMARE Rispondi citando

AMARE

Bello è amare, solo così la vita
potrà sembrare migliore
e riuscirai a vedere il sole,
anche in una giornata di pesante pioggia.
Il sole sarà dentro di te,
ti darà benessere e ti illuminerà.
Amare vuol dire dedizione, rispetto,
voglia di vivere, felicità dell’anima,
appagamento dei sensi.
Più si ama, più si vive
e più si può comprendere.
L’amore forgia la personalità, dà
coraggio volontà
e gioia di vivere; amare è sognare
ed è realizzazione della gioia
della nostra anima, cioè della vita.



Ultima modifica di beny il Lun Giu 13, 2011 8:32 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Sab Mag 07, 2011 4:58 am    Oggetto: LA NATURA MAESTRA Rispondi citando

LA NATURA MAESTRA

La natura, fin dai tempi antichi,
è stata e sempre sarà la principale
ed unica risorsa dell’umanità.
L’attenzione, il rispetto, l’umiltà
e la mano d’opera sempre serviranno
e solo così, buoni frutti ci doneranno.
La natura vuole amore, pazienza,
attenzione, lavoro e meditazione.
La terra va conosciuta, concimata,
ma soprattutto “ amata”.
Solo questo salute e benessere per l’umanità,
la vera felicità naturale.
Dice un vecchio proverbio:
“Chi semina raccoglie”,
non dimentichiamo di seminare



Ultima modifica di beny il Lun Giu 13, 2011 8:32 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Lun Giu 06, 2011 7:49 am    Oggetto: L’AMORE DA’ VITA di Feula Alba Peri Rispondi citando

L’AMORE DA’ VITA

L’amore aiuta a vivere,
ci suggerisce, ci stimola,
produce energia.
Sviluppa l’intelligenza,
dona la forza e dà la resistenza,
dona il coraggio ma soprattutto,
smuove la volontà.
Chi ama sa attendere,
sa comprendere e mette in atto
ciò che è importante per l’uomo amato.
L’Amore è la cosa più bella
che il buon Dio ci ha donato.
Rispetto e stima devono essere incondizionati.
Chi per amore sa sopportare sarà sempre amato.



Ultima modifica di beny il Lun Giu 13, 2011 8:31 am, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Lun Giu 06, 2011 7:53 am    Oggetto: SOLA IN MEZZO A TANTA GENTE di Feula Alba Peri Rispondi citando

SOLA IN MEZZO A TANTA GENTE

Chi vive in una grande città,
sempre in mezzo a tanta gente sarà
sicuramente, sola si sentirà,
ma ognuno a se stesso penserà,
però sempre sola si sentirà.
Questo nello stesso tempo sarà bello,
così otterrà la tanta desiderata felicità.
Bello è viaggiare, visitare città.
Vedere tanta gente però,
a sé stessa sempre penserà.
Noi sempre soli saremo,
tra la confusione della molta gente.
Sempre ognuno con il suo enorme peso,
di affanni, dolori e gioie andrà.
Sicuramente però felice ne uscirà,
perché sempre reagirà,
secondo la sua sola propria volontà.
Felice ne uscirà, ma sempre solo rimarrà.

Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Lun Giu 13, 2011 8:41 am    Oggetto: SOLITUDINE, OTTIMA AMICA di Feula Alba Peri Rispondi citando

SOLITUDINE, OTTIMA AMICA

Stando soli ci sentiamo in ottima compagnia;
possediamo la libertà, possiamo fare ciò che vogliamo e che
desideriamo.
Il silenzio ci aiuta a riflettere e conoscere meglio ciò che ci
circonda.
Sappiamo cosa desideriamo, ciò che vogliamo e gustiamo la
libertà di procurarcelo, nessuno ci disturba, così spaziamo
nel bel “mar dell’Essere”.
Anche le più piccole cose ci stimolano grandissime emozioni
e ci sentiamo appagati dalla nostra volontà, dai nostri
desideri; siamo presi dalle nostre emozioni e siamo al
massimo della nostra felicità, fatta di tanto e di niente.

Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Lun Giu 13, 2011 8:44 am    Oggetto: IL CORAGGIO NASCE DAL DOLORE di Feula Alba Peri Rispondi citando

IL CORAGGIO NASCE DAL DOLORE

Il coraggio nasce dal dolore fisico o morale.
Anche la persona molto sensibile,
sprovveduta e paurosa, messa a contatto
con il dolore, si scoprirà,
come per incanto, forte e coraggiosa.
Possiederà la forza della disperazione e troverà la soluzione.
Per sopportare il dolore,
con dignità e amore.
E nelle difficoltà il coraggio ci sosterrà,
certamente ci donerà la vera serenità.

Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Lun Giu 13, 2011 8:49 am    Oggetto: IL DONARE E’ AVERE di Feula Alba Peri Rispondi citando

IL DONARE E’ AVERE

Bello è donare amore,saper porgere domande e riuscire ad ottenere ottimi risultati.
Quando conosci che chi hai di fronte segue il tuo ragionamento, allora inizia la tua conversazione a chi hai di fronte con argomenti utili, dai quali possono uscire discorsi interessanti, intelligenti utili a tutti.
Linguaggio chiaro, semplice molto profondo da poter attrarre molta attenzione.
Bello è cercare di saper dare sempre spiegazione ed informazioni utili.
Sempre bisogna cercare di arricchire il sapere nostro e poi poterlo porgere agli altri, con molta modestia, grande tenerezza e soprattutto con grande umiltà.
Bello è poter donare agli altri la fiducia, poter ottenere l’ascolto e il nostro interesse.
Quando si parla è bene osservare gli occhi di quelli che ascoltano e vedere se acconsentono e se ci seguono, soprattutto vedere se ci trasmettono l’interesse ricevuto.
Serve un po’ di psicologia, con questa si può sempre riuscire a capire ed ottenere ciò che ci siamo prefissi.
Se si sa dare, si ottiene; può essere questione di più o meno tempo ma il risultato sarà sicuro.
Oltre al sapere occorre il modo di non urtare la sensibilità altrui, non essere prepotenti; l’umiltà aiuta ed ha aiutato sempre tutti.
Chi dà, riceve e se dà uno senz’altro riceve per due.
L’essenziale è cercare di riuscire a sensibilizzare, portare ragionamenti sani, onesti, intelligenti, umani.
Saper donare sempre senza limiti, certamente in base alle proprie qualità sensitive ed intellettuali ed umane.
Se hai ben seminato, senz’altro avrai un ottimo meritato raccolto.
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Lun Giu 13, 2011 8:52 am    Oggetto: SOGNARE di Feula alba Peri Rispondi citando

SOGNARE

Sognare è più potente del realizzare, è senz’altro la vera creatività che scava e cerca nella forza cinetica dell’io cosciente, portando alla diretta concreta osservazione delle vecchie e nuove idee, dalle quali si svilupperanno poi ancora nuove creazioni per ottenere affermazioni.
Spesso il sogna ci sembra realtà ma il sognare è il vivere della nostra vera interiorità, cioè la nostra vera essenza spirituale.
Il pensiero domina sempre sovrano sulla volontà, ed è vera fatica, talvolta il sognare; stanchi ci svegliamo ed a volte alquanto impressionati ci prepariamo a realizzare il da farsi per il nuovo giorno; con prepotente volontà e grandi iniziative.
Tutto vive in potenza in noi, e può diventare “atto” .
Solo a noi sarà data la possibilità di trarre fuori le vere idee e farne delle ottime realizzazioni.
Solamente allora diverranno concrete, e il sogno sarà diventato “una realtà”.
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Lun Giu 13, 2011 8:58 am    Oggetto: DONNA OGGI di Feula Alba peri Rispondi citando

DONNA OGGI

La donna ha ottenuto la parità con l’uomo, ha incarichi politici e svolge molto bene le sue mansioni, gode del suo tempo libero è stimata e rispettata e al primo posto c’è la sua professionalità.
Nonostante tutto ciò è sempre lei alla direzione e manutenzione della casa e pensa lei alla educazione dei figli.
Contribuisce con la sua paga alle spese familiari quotidiane.
La donna oggi ha sì pieni poteri, ma nel contempo ha troppi doveri.
La troppa libertà la porta qualche volta a venir meno a qualche lavoro casalingo e trascurare un po’ l’educazione dei figli e manca di delicatezza verso il marito.
Tante cose insieme non possono essere ben gestite. Oggi tutto va troppo a grande velocità; ad un ritmo impossibile.
E’ la libertà che molto spesso porta alla lontananza dei doveri familiari ed i matrimoni fanno prima a terminare che a nascere.
Oggi tutto sembra facile e semplice, ma in verità è tutto molto complesso.
Tutto viene a noia molto presto, è questo un mondo troppo dinamico in cui in poche ore di aereo si può andare in tutte le parti del mondo; tutto si trasmette in internet tutto naviga in etere via cavo, tutto si reperisce, tutto sembra facile ma nella realtà tutto è più complesso.
La troppa libertà di oggi, porta con facilità alla rottura delle cose veramente importanti.
Si trascurano la vera famiglia ed i doveri essenziali. Occorre perciò molta attenzione, comprensione, molto rispetto, molto amore e grande Fede in Dio.
La cosa peggiore è che oggi si fa tutto troppo in fretta senza riflettere sufficientemente.
Speriamo che in seguito regni il buon senso, la razionalità, l’amore, speriamo che l’amore che la donna ha per se stessa sia pari all’amore per la famiglia ed il rispetto per il proprio compagno.
Spero che la fede la porterà alla riflessione ed a far tutto con equità di sentimenti e riflessione e darà consigli con consapevolezza e con il dovuto affetto e grande responsabilità.
Solo allora la donna sarà grande e tanta ammirazione otterrà.
Torna in cima
Profilo
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Feula Alba Peri Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Forums ©
Thema News_laCdF_1024 - Copyright © 2008 by www.mofert.com
Informativa - Cookie e Privacy
 
  Siti base Alcuni link blogsport Prove tecniche
  mofert.com
lacittadifondi.it
TV Live e On Domand
Fondi
Rimedi al Corpo
Desire Capaldo - soprana
FondiTV.blogspot
TelePazzie.blogspot
BibioneTV.blogspot
Mofert.blogspot
Over-diciotto.blogspot
postpast art
lacittadifondi.it/blog
mofert/go-artist
mofert/photo
lacittadifondi.it/webcam