roller
  Comune d Europa Comunità Virtuale Fondana Gemellata con Dachau  
Webmaster for Phpnuke 7.9 Copyright © 2014 by info@lacittadifondi.it.
Thema News_laCdF_1024-Copyright © 2014 by www.lacittadifondi.it.
Donate
english german french spanish brazilian russian japanese

ricerca-avvanzata
beny
  Registrati Index4  ·  Home  ·  Account  ·  Forum  ·  Video Chat  ·  Gallery  ·  All_News  ·  Invia News    
beny
Al momento non ci sono contenuti in questo blocco.

Menù
 Home
 Home
 Home II
 S. Angelo del Pesclo
 Mondo aurunco
 Egitto
 Meteo
 Meteo foreca
 News
 Archivio news
 Invia articolo
 Info
 Contattaci
 Segnalaci
 Cerca
 Web link
 Pittori Poeti
 Dove Siamo
 Forum
 Vario eventuale
 Italiani nel mondo
 Comunità
 Il tuo account
 Registrati
 Lista utenti
 Contenuti
 Extra Index
 Home II
 Altro index4
 Index Todos
 Statistiche
 Top
 Sondaggi
 Statistiche
 Video TV
 Rai TV & TG1
 Sport Interviste
 Virtual girls
 Nuke Tube
 Gallery
 Gallery
 Più viste
 Relax
 Sudoku2
 Sudoku risolve
 Espande
 Dove siamo

Arte, storia e cultura
· Centro di Mediazione Familiare
· Indirizzi e numeri telefonici
· Ospitalità
· Sant'Onorato
· Cenni storici
· Cittadini illustri
· Castello Baronale
· Palazzo Baronale
· Chiese e santuari
· Quartiere Ebraico
· Castrum romano
· Terme romane
· Tempio di Iside
· Museo civico
· Cenni geografici
· Economia e lavoro
· La Giudea
· Fondi

Forum Ultimi 15 Post

 Fondi campane di Santa Maria
 Giulia Gonzaga - premessa di Fernando Seconnino
 Lo Scisma d'Occidente
 le filatrici di Fondi
 Sant'Angelo del Pesclo
 Andersen a Fondi
 Sughi e Ragù - La cucina fondana nei ricordi
 Secondi piatti - La cucina fondana nei ricordi
 Primi piatti - La cucina fondana nei ricordi
 Premessa - La cucina fondana nei ricordi
 Pizze e focacce - La cucina fondana nei ricordi
 Piatti Unici - La cucina fondana nei ricordi
 Ortaggi e conserve - La cucina fondana nei ricordi
 Insalate - La cucina fondana nei ricordi
 Dolci e marmellate - La cucina fondana nei ricordi

MSA User Info
Benvenuto, Ospite
Nickname

Password

(Registrare)

Iscrizione:
più tardi: EverettSwe
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 4035

Persone Online:
Visitatori: 88
Iscritti: 0
Totale: 88

Pagine Visitate rid
Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2010

Pagine visitate
· Visitate oggi 1,331
· Visitate ieri 3,508

Media pagine visitate
· Oraria 108
· Giornaliera 2,597
· Mensile 78,999
· Annuale 947,990

Random Pictures Single


traduttore google
Al momento c'è un problema con questo blocco.

La Città di Fondi :: Leggi il Topic - Domenico Purificato - pittore
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Domenico Purificato - pittore

 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Domenico Purificato
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1523

MessaggioInviato: Mar Mar 22, 2011 7:49 pm    Oggetto: Domenico Purificato - pittore Rispondi citando

Domenico Purificato - alcune suoi quadri
Fondi 1915 - Roma 1984

Click sopra l'immagine per vederle


Pittore, nato a Fondi il 14 marzo 1915. Tutta la vita, fisica ed artistica, di Domenico Purificato è segnata da una forte complicità amorosa con la sua terra, Fondi. A 18 anni I' artista si trasferì a Roma, con il viatico del poeta Libero De Libero approdò negli ambienti artistici della capitale, dove ritrovò eminenti intellettuali formatisi al liceo "Vitruvio Pollione" di Formia, trai quali: Giuseppe De Santis, Leopoldo Savona, Danino Di Sarra, Michele Santantonio e Pietro Ingrao, i quali già da qualche anno avevano scelto la Capitale, come riferimento professionale della loro vita. L'esordio artistico avvenne, giovanissimo, alla Gallena "La Cometa" della Contessa Pecci-Blumt. Nel 1942 partecipò alla X Mostra del Sindacato Fascista Professionisti e Artisti, vincendo un premio per i giovani pittori. Di rilievo la sua collaborazione alla rivista "Cinema" (diretta da Vittorio Mussolini,), una delle prime voci critiche del regime, e la sua partecipazione nel 1943 alla IV Quadriennale romana. Nel dopoguerra aderisce al neorealismo, ispirando si a soggetti desunti dalla realtà quotidiana, soprattutto gente del popolo, figure, scene di campagna e paesaggi. Notevole la mole delle partecipazioni a mostre personali e collettive. Fino al 1980 è stato direttore dell'Accademia di Brera. Ha realizzato scenografie sia per il teatro che per il cinema. E' l'autore del monumento ai Caduti di Fondi. E' morto a Roma nel 1984.



http://www.facebook.com/album.php?id=146727052015835&aid=33537


Ultima modifica di beny il Mar Mar 22, 2011 7:57 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1523

MessaggioInviato: Mar Mar 22, 2011 7:56 pm    Oggetto: Domenico Purificato - I° premio 1980 Rispondi citando


Pittore, nato a Fondi il 14 marzo 1915. Tutta la vita, fisica ed artistica, di Domenico Purificato è segnata da una forte complicità amorosa con la sua terra, Fondi. A 18 anni I' artista si trasferì a Roma, con il viatico del poeta Libero De Libero approdò negli ambienti artistici della capitale, dove ritrovò eminenti intellettuali formatisi al liceo "Vitruvio Pollione" di Formia, trai quali: Giuseppe De Santis, Leopoldo Savona, Danino Di Sarra, Michele Santantonio e Pietro Ingrao, i quali già da qualche anno avevano scelto la Capitale, come riferimento professionale della loro vita. L'esordio artistico avvenne, giovanissimo, alla Gallena "La Cometa" della Contessa Pecci-Blumt. Nel 1942 partecipò alla X Mostra del Sindacato Fascista Professionisti e Artisti, vincendo un premio per i giovani pittori. Di rilievo la sua collaborazione alla rivista "Cinema" (diretta da Vittorio Mussolini,), una delle prime voci critiche del regime, e la sua partecipazione nel 1943 alla IV Quadriennale romana. Nel dopoguerra aderisce al neorealismo, ispirando si a soggetti desunti dalla realtà quotidiana, soprattutto gente del popolo, figure, scene di campagna e paesaggi. Notevole la mole delle partecipazioni a mostre personali e collettive. Fino al 1980 è stato direttore dell'Accademia di Brera. Ha realizzato scenografie sia per il teatro che per il cinema. E' l'autore del monumento ai Caduti di Fondi. E' morto a Roma nel 1984.


Colma d'ombre (Le zagare)

Colma d'ombre
le brevi radure
la sera
e appiana
gli aranceti
al livello
del mio terrazzo;
s'estende
un tappeto trapunto di bianchi fiori
fino al mare di Circe
all'orizzonte
che alita luce.
Camminare potrei
a piedi scalzi
sulle cime degli alberi
come nell'ora
del miracolo
di Tiberiade.
Una pianura intera
da percorrere
con agile passo,
camminare
sull'onde
delle zagare.

Poesia vincitrice dell'edizione 1981
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1523

MessaggioInviato: Sab Lug 30, 2011 10:01 am    Oggetto: Mosaico di Domenico Purificato dedicato ai caduti Rispondi citando

Mosaico di Domenico Purificato dedicato ai caduti restaurato e ricollocato



Mosaico di Domenico Purificato dedicato ai caduti prima del restaurato


Ultima modifica di beny il Dom Nov 13, 2011 6:07 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1523

MessaggioInviato: Dom Nov 13, 2011 10:44 am    Oggetto: La morte di Pulcinella all’assedio di Gaeta Rispondi citando

La morte di Pulcinella all’assedio di Gaeta


“La morte di Pulcinella all’assedio di Gaeta” non è un romanzo, nè un film, bensì il titolo di un dipinto ad olio su tela di grandi dimensioni, realizzato dal pittore Domenico Purificato nell’anno 1975.

Domenico Purificato, nato a Fondi nel 1915, contemporaneo e conterraneo di una generazione di grandi personaggi come il regista Giuseppe De Santis, lo scrittore e poeta Libero De Libero, il giornalista e politico Pietro Ingrao(Lenola vicino Fondi) e tanti altri, tutti uniti da un filo di amicizia e legati alla terra di Fondi.

Amante della cultura della propria Città, nelle sue tele osserviamo i volti scavati dei contadini, la misticità dei campi, gli aranceti, il profondo amore che lo legava ai suoi amici.

Purificato non fu solo un valente pittore; collaborò con l’amico Giuseppe De Santis alla realizzazione di sceneggiature, disegnando i costumi per vari film. Si dedicò, con notevole successo, anche alla saggistica, alla narrativa, alla televisione e al teatro, allestendo scenografie per commedie e balletti.

La passione per la storia risorgimentale del basso Lazio lo portò a dipingere l’enorme tela, circa 3 m x 2,20, che nella sua vivacità di colori descrive in modo grottesco la cacciata dei Borboni da Gaeta, una delle pagine più tristi dell’Assedio del 1861.

Forse influenzato dalla lettura del libro di Carlo Alianello (1901 – 1981), il capo scuola dei revisionisti storiografici sul Risorgimento, “La caduta del Sud”, in cui viene descritta l’unificazione dell’Italia, non già come una liberazione, ma come una tragica invasione da parte di un Paese straniero, Purificato riproduce in un emblematico carnevale i personaggi protagonisti della resa di Gaeta, dipingendo un popolo che assiste inerme alla morte della città, con le sembianze di una donna a seno scoperto, un Pulcinella che simboleggia Francesco II di Borbone, ambedue sorretti da altri due Pulcinella. In quest’opera Domenico Purificato, descrive i suoi personaggi nel rispetto della tradizione popolare napoletana, con colori molto vivaci che contrastano con la tristezza dell’avvenimento, mescolando dolore e gioia, realtà e finzione, come se su un immenso palcoscenico si stesse interpretando un’azione dal sapore teatrale.

Le figure raggruppate si sovrappongono come se ognuna volesse prendere parte attiva alla tragedia che si sta consumando. Lo sguardo di chi contempla l’opera resta coinvolto nell’immensità del dipinto. L’intento di Purificato non era certo quello di voler sbalordire lo spettatore, ma di coinvolgerlo, raccontando con le sue figurazioni la caduta dell’ultima roccaforte borbonica. Vorrei concludere questo breve tributo ad un Artista della nostra terra, menzionando un'altra pregevole opera, olio su tela del 1938: ”I due amici”, al proprio autoritratto, Purificato ritrae l’amico Pietro Ingrao (a destra), in un gesto di affettuosa amicizia che è durata una vita.


da: Renato Marchese
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1523

MessaggioInviato: Mar Mar 01, 2016 10:02 pm    Oggetto: Le arance di Fondi nei quadri del pitt. Domenico Purificato Rispondi citando

Le arance di Fondi nei quadri del pittore Domenico Purificato
Arte&Sapori:
Torna in cima
Profilo
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Domenico Purificato Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Forums ©
Thema News_laCdF_1024 - Copyright © 2008 by www.mofert.com
Informativa - Cookie e Privacy
 
  Siti base Alcuni link blogsport Prove tecniche
  mofert.com
lacittadifondi.it
TV Live e On Domand
Fondi
FondiTV
Telepazzie
FondiTV.blogspot
TelePazzie.blogspot
BibioneTV.blogspot
Mofert.blogspot
Over-diciotto.blogspot
postpast
lacittadifondi.it/blog
mofert/blog
mofert/photo
mofert.com/webcam