roller
  Comune d Europa Comunità Virtuale Fondana Gemellata con Dachau  
Webmaster for Phpnuke 7.9 Copyright © 2014 by info@lacittadifondi.it.
Thema News_laCdF_1024-Copyright © 2014 by www.lacittadifondi.it.
Donate
english german french spanish brazilian russian japanese

ricerca-avvanzata
beny
  Registrati Home  ·  Home II  ·  Account  ·  Forum  ·  Video Chat  ·  Gallery  ·  All_News  ·  Invia News    
beny
Al momento non ci sono contenuti in questo blocco.

Menù
 Home
 Home
 Home II
 S. Angelo del Pesclo
 Mondo aurunco
 Egitto
 Meteo
 Meteo foreca
 News
 Archivio news
 Invia articolo
 Info
 Contattaci
 Segnalaci
 Telefoni utili
 Cerca
 Web link
 Pittori Poeti
 Dove Siamo
 Forum
 Vario eventuale
 Italiani nel mondo
 Comunità
 Il tuo account
 Registrati
 Lista utenti
 Contenuti
 Servizi al cittadino
 Arte storia e cultura
 Ricezione turistica
 Extra Index
 Home II
 Index Todos
 Statistiche
 Top
 Sondaggi
 Statistiche
 Video TV
 Nuke Tube
 Sport Interviste
 Virtual girls
 Gallery
 Gallery
 Più viste
 Relax
 Sudoku2
 Sudoku risolve
 Espande
 Dove siamo

Arte, storia e cultura
· Centro di Mediazione Familiare
· Indirizzi e numeri telefonici
· Ospitalità
· Sant'Onorato
· Cenni storici
· Cittadini illustri
· Castello Baronale
· Palazzo Baronale
· Chiese e santuari
· Quartiere Ebraico
· Castrum romano
· Terme romane
· Tempio di Iside e I Greci
· Museo civico
· Cenni geografici
· Economia e lavoro
· Giudea di G. Carnevale
· Fondi di G. Carnevale
· Oratorio di S. Filippo Neri

Forum Ultimi 15 Post

 Regala ciò che non hai...
 Girando per il Web.... Ugo Foscolo
 Vincenzo Liguori - fondano
 Lentamente muore - poesia di Martha Medeiros
 Noialtre donne di Gabriele Prignano
 Donne del Sud di Albino Cece
 Fondi campane di Santa Maria
 Giulia Gonzaga - premessa di Fernando Seconnino
 Lo Scisma d'Occidente
 le filatrici di Fondi
 Sant'Angelo del Pesclo
 Andersen a Fondi
 Sughi e Ragù - La cucina fondana nei ricordi
 Secondi piatti - La cucina fondana nei ricordi
 Primi piatti - La cucina fondana nei ricordi

MSA User Info
Benvenuto, Ospite
Nickname

Password

(Registrare)

Iscrizione:
più tardi: EverettSwe
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 4035

Persone Online:
Visitatori: 97
Iscritti: 0
Totale: 97

Pagine Visitate rid
Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2010

Pagine visitate
· Visitate oggi 2,865
· Visitate ieri 3,390

Media pagine visitate
· Oraria 112
· Giornaliera 2,689
· Mensile 81,800
· Annuale 981,603

traduttore google
Al momento c'è un problema con questo blocco.

La Città di Fondi :: Leggi il Topic - L’ANTICO TERRITORIO MANDAMENTALE DI FONDI ...........
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

L’ANTICO TERRITORIO MANDAMENTALE DI FONDI ...........

 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Luigi Muccitelli - scrittore
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Mer Mar 07, 2012 11:26 pm    Oggetto: L’ANTICO TERRITORIO MANDAMENTALE DI FONDI ........... Rispondi citando

L’ANTICO TERRITORIO MANDAMENTALE DI FONDI MONTE SAN BIAGIO LENOLA CAMPODIMELE ITRI E SPERLONGA OGGI HA UN EVIDENTE CRESCITA DI MODERNISMO ARCHITETTONICO
l’espansione edilizia pubblica e privata,la viabilità che corona la bellezza del verde paesaggio montano e di pianura,il lago e le spiagge di sabbia dorata, già lo resero accogliente e ambito all’origine della millenaria storia preromanica. (Luigi Muccitelli)


“Il tempio della terra” (pittura a olio su tela 70 X 100 cm. di Luigi Muccitelli)

Sebbene sembra paradossale, nell’odierna Italia sottoposta a bieco sfruttamento e deturpazione da parte d'amministratori compiacenti in combutta con speculatori della peggior risma che rendono inquieta e tragica la vita delle popolazioni, l’antico territorio mandamentale di Fondi merita di essere incorniciato in un quadro dipinto a più mani ed esposto in un museo riservato alla genialità del suo popolo. Si, un antico popolo calato dalle alture aurunche sulle più basse colline: Monte San Biagio, Lenola, Campodimele, Itri e fino allo sperone a mare di Sperlonga, le cui sparute popolazioni si sono tramandate una millenaria capacità di sopravvivere alle carenze strutturali, con piccole attività pastorali, agricole, artigianali e di pesca, pur se impediti dall’egoismo di potere nella spartizione delle risorse disponibili, tuttavia portate avanti con duri sacrifici per le necessità dei nuclei familiari.
Fino agli anni 1950, a fianco dell’agricoltura trainante, esisteva un’eterogenea gamma di laboratori artigiani, per lo più improvvisati, senza una preparazione tecnica di base, quando il mestiere era fatto di lunga pratica e si tramandava dal mastro al garzone, spesso a suon di schiaffi e calci, specie quando non si prestava attenzione o si procuravano danni. Ma era un supporto concreto alle esigenze della collettività, sia pure poco retribuito e non permetteva di far fronte a tutte le necessità di famiglia, prima di tutto impediva ai figli un’istruzione scolastica regolare, l’impossibilità di vestirli a calzarli adeguatamente o di far fronte a spese per divertimenti o vacanze nemmeno nel territorio. Però, consentiva una certa autonomia produttiva ed era raro che qualcuno pensasse al “posto fisso”; con quel poco che fruttava il proprio lavoro, tiravano avanti alla men peggio e, pur vivendo in difficoltà economica, era forte l’armonia sociale che si verificava. Ma, nel decennio postbellico, quei figli illetterati, spinti dalle necessità, ansiosi di uscire dalla mediocrità imposta dalla classe dominante e nell’impossibilità di trovare un’adeguata risposta alle proprie aspirazioni, emigrarono coraggiosamente verso altri paesi del mondo che le offrivano. E molti di essi non hanno fatto più ritorno, pur soffrendo un’acuta nostalgia, riuscendo però a dare ai propri figli una vita migliore e un destino diverso.
Ma questa è storia passata che si dovrebbe riconsiderare attentamente, poiché se oggi si registra un benessere diffuso in buona parte della popolazione, è dovuto a una “ricchezza passiva” accumulata dai genitori con grandi sacrifici e rinunce personali, che si è andata assottigliando nell’incapacità di reinvestirla opportunamente e farla fruttare ancora di più con il proprio talento creativo. Oggi esiste una nuova e forte generazione di figli belli, sani e intelligenti, con una nuova coscienza sociale e civile, dovuto soprattutto all’istruzione scolastica ed al benessere. Ci sono nel nostro territorio migliaia di laureati e diplomati, buona parte passivi come i loro capitali disponibili, non per colpa loro ma perché vivono tranquilli in seno alle proprie famiglie, senza stimoli creativi, ignorati dai politici nostrani che in settant’anni di amministrazione repubblicana non hanno saputo gettare le basi e n'è coinvolgerli in programmi di sviluppo del territorio. Anzi, poco a poco, li hanno allontanati, resi apatici alla vita politica italiana fatta di appropriazioni indebite, di arroganza e malcostume, scivolando nei livelli piú infimi dai gradini del vivere civile. I giovani moderni, salvo eccezioni, disdegnano finanche d’intraprendere un approfondimento culturale professionale extra scolastico o di conoscenza tecnica di apparati automatici moderni che consentirebbero di sviluppare produttività personale e capitali. Si registra una sorta di rassegnazione, nell’aspettativa che siano sempre altri a risolvere i propri problemi, intanto le condizioni di vita si aggravano, la sopravvivenza induce ad espedienti poco edificanti.
Dopo quanto suddetto, occorre una presa generale di coscienza, da parte di tutti gli amministratori politici in carica o che saranno eletti, dando una svolta al proprio “modus operandi” fazioso ed arrogante, applicando una seria ed imparziale attenzione ai problemi ed alle necessità del territorio mandamentale. Soprattutto stabilire un nuovo rapporto di rispetto per ogni singolo cittadino, sapendo metterne a frutto talento ed effettiva capacità operativa in ogni settore della vita economica, sociale, culturale e turistica al fine di ottenere concreti risultati. Insomma, uscire dal clientelismo elettorale, eliminando velleità e ambizioni personali che alimentano megalomania e risentimento personale, lasciando solo vuoto e danno alla dignità dei cittadini.
Infine, è necessario uscire dalla retorica ottocentesca, siamo nel Terzo Millennio, come detto, il territorio mandamentale è cresciuto per la capacità dei propri cittadini che hanno saputo affrontare sacrifici personali senza l’aiuto altrui e dimostrare talento in ogni settore della vita pubblica e che meritano rispetto. Soprattutto, dando esempio di obiettività e finalità produttiva nei programmi, bisogna coinvolgere i nostri giovani nella vita politica cittadina, sociale, culturale e creativa, oggi assenti dalle numerose e ripetitive manifestazioni che lasciano solo amarezza a chi le organizza. Per ottenere concreti risultati, da finalizzare in ogni programma, occorre onestà intellettuale, rispetto per gli autentici valori dei propri concittadini, utilizzando proficuamente i fondi di bilancio senza sperperarli inutilmente, senza scomodare illustri sconosciuti nelle proprie città in cui non troverebbero adesioni, ma che arrivano ospiti d’onore per sfogare sapienza repressa. (L.M.)
Torna in cima
Profilo
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Luigi Muccitelli - scrittore Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Forums ©
Thema News_laCdF_1024 - Copyright © 2008 by www.mofert.com
Informativa - Cookie e Privacy
 
  Siti base Alcuni link blogsport Prove tecniche
  mofert.com
lacittadifondi.it
TV Live e On Domand
Fondi
Rimedi al Corpo
Desire Capaldo - soprana
FondiTV.blogspot
TelePazzie.blogspot
BibioneTV.blogspot
Mofert.blogspot
Over-diciotto.blogspot
postpast art
lacittadifondi.it/blog
mofert/go-artist
mofert/photo
lacittadifondi.it/webcam