roller
  Comune d Europa Comunità Virtuale Fondana Gemellata con Dachau  
Webmaster for Phpnuke 7.9 Copyright © 2014 by info@lacittadifondi.it.
Thema News_laCdF_1024-Copyright © 2014 by www.lacittadifondi.it.
Donate
english german french spanish brazilian russian japanese

ricerca-avvanzata
beny
  Registrati Home  ·  Home II  ·  Account  ·  Forum  ·  Video Chat  ·  Gallery  ·  All_News  ·  Invia News    
beny
Al momento non ci sono contenuti in questo blocco.

Menù
 Home
 Home
 Home II
 S. Angelo del Pesclo
 Mondo aurunco
 Egitto
 Meteo
 Meteo foreca
 News
 Archivio news
 Invia articolo
 Info
 Contattaci
 Segnalaci
 Telefoni utili
 Cerca
 Web link
 Pittori Poeti
 Dove Siamo
 Forum
 Vario eventuale
 Italiani nel mondo
 Comunità
 Il tuo account
 Registrati
 Lista utenti
 Contenuti
 Servizi al cittadino
 Arte storia e cultura
 Ricezione turistica
 Extra Index
 Home II
 Index Todos
 Statistiche
 Top
 Sondaggi
 Statistiche
 Video TV
 Nuke Tube
 Sport Interviste
 Virtual girls
 Gallery
 Gallery
 Più viste
 Relax
 Sudoku2
 Sudoku risolve
 Espande
 Dove siamo

Arte, storia e cultura
· Centro di Mediazione Familiare
· Indirizzi e numeri telefonici
· Ospitalità
· Sant'Onorato
· Cenni storici
· Cittadini illustri
· Castello Baronale
· Palazzo Baronale
· Chiese e santuari
· Quartiere Ebraico
· Castrum romano
· Terme romane
· Tempio di Iside e I Greci
· Museo civico
· Cenni geografici
· Economia e lavoro
· Giudea di G. Carnevale
· Fondi di G. Carnevale
· Oratorio di S. Filippo Neri

Forum Ultimi 15 Post

 Regala ciò che non hai...
 Girando per il Web.... Ugo Foscolo
 Vincenzo Liguori - fondano
 Lentamente muore - poesia di Martha Medeiros
 Noialtre donne di Gabriele Prignano
 Donne del Sud di Albino Cece
 Fondi campane di Santa Maria
 Giulia Gonzaga - premessa di Fernando Seconnino
 Lo Scisma d'Occidente
 le filatrici di Fondi
 Sant'Angelo del Pesclo
 Andersen a Fondi
 Sughi e Ragù - La cucina fondana nei ricordi
 Secondi piatti - La cucina fondana nei ricordi
 Primi piatti - La cucina fondana nei ricordi

MSA User Info
Benvenuto, Ospite
Nickname

Password

(Registrare)

Iscrizione:
più tardi: EverettSwe
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 4035

Persone Online:
Visitatori: 62
Iscritti: 0
Totale: 62

Pagine Visitate rid
Abbiamo avuto
pagine viste dal
Gennaio 2010

Pagine visitate
· Visitate oggi 3,803
· Visitate ieri 3,527

Media pagine visitate
· Oraria 112
· Giornaliera 2,691
· Mensile 81,838
· Annuale 982,053

traduttore google
Al momento c'è un problema con questo blocco.

La Città di Fondi :: Leggi il Topic - Silvia Divinafollia Note - poesie
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Silvia Divinafollia Note - poesie

 
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Silvia Divinafollia
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Sab Nov 19, 2011 9:37 am    Oggetto: Silvia Divinafollia Note - poesie Rispondi citando

RESPIRO

Andare per specchi e pensare di respirarti.

Volere nulla e avere te dentro che d'abisso mi ricopri.

Estasi e voluttà
criniera del tempo estraneo

riflesso tu nella lacrima onirica
è vero il tuo fiato che stempera il ricordo

Punge l'ago della tua lingua
sulla bocca assente d'occhi
e in viavai di ciglia mi riempio.

Respiro ciò che ti appartiene
e rendo infinito quel che sei
con punte di capelli
che conquistano rossi di ciliegie.

Ho tanto di te
ho l'arcobaleno.
Questo testo è protetto da copyright. Vietata la riproduzione anche parziale

ho tanto di te.... nelle bacche sode di rilievi e sangue che colano dalle mie labbra....


Ultima modifica di beny il Mer Gen 04, 2017 9:55 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Sab Nov 19, 2011 9:42 am    Oggetto: Silvia Divinafollia Note - poesie Rispondi citando

BUON VIAGGIO (dedicata a Bruna)

Sei un'immagine della quale non ho molti ricordi,

sfuocati nel dire e non dire

nelle metamorfosi del tempo

quando entravo e tu uscivi

da quel nostro mondo comune,

fatto di dovere, pane e companatico ...

e tu entravi, io uscivo

era un attimo veloce quello in cui ci sfioravamo.

Oggi hanno messo lo sdegno in bacheca

ed io, pur se sbadata nelle mie corse quotidiane,

non potevo non vederlo, non ho stampato le parole esatte,

ma te ne trascrivo il senso:

" nessuna presenza dei colossi per il saluto alla dipartita di Bruna,
vergogna e silenzio non raccolto e nemmeno in segno di rispetto,
silenzio e basta, perché audit è importante, perché per chi arriva
a vederci come bestie in gabbia noi non siamo umani".

Questo il senso delle parole,

anche se fredde ma maturate, finalmente,

da noi controparti minori, il piccolo popolo

intriso d'indifferenza.

Ma io, Bruna, questa indifferenza

la voglio combattere.

Mentre tu stavi male

accadde anche a me di cadere

e nessuno di quei "loro"

ha alzato uno sguardo umano nel chiedere.

Ho messo tutto sulle spalle

e ho cercato di andare avanti.

Si vive così, non a volte,

ma molto spesso, purtroppo.

Mi viene spontaneo salutarti

con un ricordo che non ho,

ma si è creato qui dentro,

resterà nelle mie poesie,

in parole semplici come lo eri tu,

che hai patito con una dignità da regina

il dolore più assurdo.

Una dignità che quei "loro" non avranno mai.

Buon viaggio cara compagna di assenze giustificate

ma pesanti perché te le fanno pesare,

perché il mondo gira con gli affari e null'altro.

Buon viaggio affinché tu giunga laddove

non esista lo schifo di sentirsi

esuberi perché malati e scomodi.

Tu stamattina non c'eri a sopportare

l'arrivo degli " importanti"

tu sei nell'altrove pulito,

so che è così,

mi fa bene ricordarti così.

Buon viaggio.

dedicata a Bruna, collega di lavoro che a soli 40 anni si è persa nel vento del cielo, angelo dolce e biondo, sopita in un sonno velato, come la memoria, ma che rimarrà speciale, come il mio ricordo, contro l'indifferenza.


Ultima modifica di beny il Mer Gen 04, 2017 9:55 am, modificato 3 volte in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Sab Nov 19, 2011 9:55 am    Oggetto: Silvia Divinafollia Note - poesie Rispondi citando

MOMENTI

Sono solo stille

di lucide confidenze

le parole che abbracciano

il tuo

il mio fiato

nei riverberi acerbi dell'estate.
tutti i diritti riservati e protetti da copyright base alla legge 22.04.1941 n.633, vietata la riproduzione

...e soffio sul tuo sentire il senso di me ...


Ultima modifica di beny il Mer Gen 04, 2017 9:54 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Sab Nov 19, 2011 10:01 am    Oggetto: Rispondi citando

L'ARCOBALENO (A LUCIO BATTISTI)

Tu sei partito all'improvviso
e non hai avuto il tempo di salutare
l'istante lieve mi trafigge ancora
ad ogni tua nota io scuoto il mio cuore....
......................................
Sei diventato tramonto di sera
e vibri come le foglie d'aprile,
sì, io ascolto sempre musica vera
e cerco prima o poi di capire.

Mi manchi tanto amico caro davvero
e tante cose sono rimaste da dire ...
c'è tanta luce tra i tuoi passi
e non ti pesano più quelle valigie,
cammini tra papaveri e foglie odorose tra le labbra,
sorridi a chi s'immerge nell'essenza di te,
come me che ti tengo tra i capelli e l'autoradio,
tra le foto mai sbiadite e le poesie.

Sei diventato tramonto di sera
e vibri tra le foglie di primavera,
la seta è dolce e mi abbraccia,
sono le tue braccia a dirmi
"vai avanti e non cambiare mai".
Grazie Lucio, amico mio.

(Dedicata a Lucio Battisti nel dodicesimo anniversario della sua dipartita,
parte del testo è stata ripresa dalla meravigliosa canzone a lui ispirata L'arcobaleno di Mogol e A. Celentano)


.... sei diventato tramonto di sera e vibri come le foglie d'aprile... L'immagine fotografica è di Bruno Trombetta


Ultima modifica di beny il Mer Gen 04, 2017 9:54 am, modificato 2 volte in totale
Torna in cima
Profilo
beny
Site Admin
Site Admin



Registrato: Dec 25, 2006
Messaggi: 1540

MessaggioInviato: Sab Nov 19, 2011 10:10 am    Oggetto: Rispondi citando

PER ESSERE FORTI INSIEME CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE!!!!

La giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne fu decisa il 17 Dicembre 1999 dall’Assemblea delle Nazioni Unite. Tramite la risoluzione 54/134 l’Assemblea ha quindi invitato tutti i governi a sponsorizzare e intraprendere iniziative pubbliche per il 25 Novembre, senza -ovviamente- trascurare l’impegno delle ong già attive da tempo.Secondo le Nazioni Unite “la violenza sulle donne è un ostacolo alla conquista dell’uguaglianza, dello sviluppo e della pace”.
La data del 25 Novembre non fu assolutamente casuale; ma anzi fu decisa dalle organizzazioni femministe per ricordare il brutale assassinio delle tre sorelle Mirabal che si opponevano duramente al regime dittatoriale di Rafael Trujillo (Repubblica Domenicana). La storia delle tre sorelle, che è stata resa pubblica da una quarta sorella ancora in vita, è davvero terribile ma anche piena di insegnamenti. Patria Mercedes, Maria Argentina Minerva e Antonia Maria Teresa Mirabal erano le figlie di una famiglia borghese e altolocata. Il padre era un uomo d’affari, mentre la loro madre una educata casalinga.
Non appena Trujillo salì al potere, grazie anche al benestare degli Stati Uniti che nel 1916 occuparono l’isola e che legittimarono delle elezioni fraudolente (Trujillo ebbe il 95% dei consensi), la famiglia Mirabal perse molti dei propri averi e inizio ad essere perseguitata dal regime. Una delle sorelle, Minerva, che studiava legge e rifiutò le avances del dittatore, entrò subito a far parte del movimento contro la dittatura e così porto dietro di se le altre tre sorelle. Il regime fu spietato con loro: arrestò dapprima le sorelle, che si facevano chiamare Le farfalle, e una volta in carcere le fece violentare e picchiare selvaggiamente, e poi arresto anche i mariti. Siccome il Trujillo non si voleva macchiare dell’omicidio delle sorelle, mentre il movimento cresceva di forza, le liberò per qualche giorno e poi le fece uccidere facendo sembrare il tutto un incidente automobilistico. In realtà le sorelle furono uccise tremendamente: furono picchiate e violentate fino alla morte.
La storia delle sorelle Mirabal ci fa comprendere quanto oggi sia importante non solo una giornata contro la violenza sulle donne, ma anche delle azioni concrete da parte dei governi per tutelare le donne in tutto il mondo. La storia delle sorelle Mirabal è una storia di donne che lottano per la democrazia, per il proprio diritto alla Libertà. E la storia di donne che volevano cambiare il mondo in meglio, donne che sognavano un futuro senza l’egemonia di un dittatore e, in fondo, degli uomini. Ed è per questo motivo che sono state punite, torturate, violentate. Ed è per questo motivo che ancora oggi dobbiamo lottare contro le violenze sulle donne, perché lottiamo anche per la democrazia.
© 2010, Ettore Trozzi. Alcuni diritti sono riservati. Se vuoi maggiori informazioni per la condivisione di questo articolo clicca su “Licenza di utilizzo”.
---------------------------------------

LAURA

Laura prega in una sera di febbraio
i pugnii chiusi contro il portone della chiesa.

Donna in un tempo che pare lontano
- era ieri forse-
s'inventa nuove aurore
su cui sdraiare drappi di carne unta,
macerata nel male,
sul filo d'un equilibrio sbiadito e logoro.

Non dimentica Laura,
non piega il capo come allora,
si tappa le orecchie
non vuole sentire le grida di se stessa,
dell'anima che fa male
molto male
mano ruvida sulle labbra
puzzo ormonale di schifo e vergogna
maglietta strappata
e graffi sulle cosce
un dente rotto
il mento livido
il sangue inutile.

Non dimentica Laura
mentre mangia sogni di piombo
lontanissima da madre luna
si pizzica i gomiti e fugge via
via!

Non c'è amnesty international,
non c'è telefono rosa,
non c'è mamma,
non c'è marito,
non c'è amore.

L'arbusto è secco,
il seno come un saccoccio moscio,
il sesso è veleno.

Non ci sono figli e non verrà primavera
mai più.

Laura dice,
Laura ha fatto,
ha provato,
ha lottato,
si è seduta,
con la testa tra le mani
e ha pianto.

Divinafollia
copyright, tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale

è nel silenzio in cui tutto risposa che finalmente il pianto si avvicina....
Torna in cima
Profilo
Mostra prima i messaggi di:   
Questo forum è chiuso. Non puoi inserire, rispondere o modificare i Topics   Topic chiuso    Indice del forum -> Silvia Divinafollia Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
Forums ©
Thema News_laCdF_1024 - Copyright © 2008 by www.mofert.com
Informativa - Cookie e Privacy
 
  Siti base Alcuni link blogsport Prove tecniche
  mofert.com
lacittadifondi.it
TV Live e On Domand
Fondi
Rimedi al Corpo
Desire Capaldo - soprana
FondiTV.blogspot
TelePazzie.blogspot
BibioneTV.blogspot
Mofert.blogspot
Over-diciotto.blogspot
postpast art
lacittadifondi.it/blog
mofert/go-artist
mofert/photo
lacittadifondi.it/webcam