RICETTA DEL SPAGHETTI MATRICIANA

In questa versione originale di matriciana o all'amatriciana pasta, non devono essere utilizzati cipolla, aglio e pancetta. L'errore che molte persone e ristoranti italiani fanno è quello di utilizzare alcune cipolle e aglio. Anche se le cipolle e l'aglio potrebbe essere buono, potevano adulterare il gusto. Il vero matriciana o matriciana è che noi che illustrano a voi in questo sito. Questa ricetta è nata ad Amatrice, in provincia di Rieti, una piccola città nel Lazio, vicino al confine con l'Abruzzo. La ricetta, che ha un'origine geografica definita e di una tradizione forte e antica collegato a questo territorio, vuole utilizzare per rigorosamente gli spaghetti non bucatini, come i segni comunali della città di Amatrice spettacolo. Codificando su molte versione di matriciana o amatriciana ricette acquisite nel tempo in tutto il mondo, abbiamo intenzione di illustrare il metodo e gli ingredienti per l'unica ricetta antica, quella originale, con l'unica variante: l'aggiunta di pomodoro. La ricetta è stata chiamata amatriciana non matriciana, come prova spettacolo. Infatti gli abitanti di Amatrice si definivano "Matriciani", senza "A" e quindi la famosa pasta era chiamato "Matriciana". Alla fine, è diventato matriciana perché un fenomeno linguistico. Questo corso è stato il pasto principale di molti pastori che vivevano sulle montagne di Amatrice, ma hanno preparato senza pomodoro. Questa versione è chiamata la pasta alla " Gricia ". I pastori hanno portato nella loro borse, pecorino, pepe nero, pasta secca, guanciale e lardo.

 

 ricetta fa 4 porzioni

400 g di spaghetti, pasta di semola di produzione italiana e di alta qualità. Consiglia la pasta: De Cecco n. 12

250 g guanciale di Amatrice (non utilizzare pancetta perché è fatto dalla pancia di maiale, è troppo salato e altera il sapore.). Guanciale è derivato dal muso del maiale. Si tratta di un grasso più nobile con gusto più delicato ed è profumata. Questo è l'ingrediente più importante per la preparazione di matriciana, senza questo, non è salsa matriciana.

500 g di pomodori casalino chiamato anche Spagnoletta pomodoro, fresco, rosso e maturo. In alternativa si consiglia una scatola di pomodori pelati o

GRAZIELLA SAN MARZANO.

150 pecorino di Amatrice, il gusto è molto delicato, non salato e leggermente piccante (Evitare il pecorino romano, perché è troppo forte e salato. Si altera il sapore)

1 cucchiaio di strutto che è stato utilizzato, al momento, perché il suo sapore è dolce e delicato. E 'servita anche come lubrificante per pentole di ferro

(non utilizzare oli, con la sua acidità altera il sapore)

1 peperoncino rosso non troppo piccante

1 manciata di sale alla pasta

Indicazioni

Tagliare le fette di guanciale in strisce lunghe, uniforme e lo stesso spessore (non tagliare guanciale a dadini perché, alla fine della fusione, la parte sottile di guanciale farà duro). Scottate i pomodori in acqua bollente Casalini e poi peleed che rimuovendo la parte centrale ed i semi. Tagliare a pezzi i pomodori e metterli in una ciotola con il loro succo. Grattugiare il pecorino di Amatrice, ripeto di non utilizzare il pecorino romano, perché ha un gusto troppo forte e salato. Mettere in una padella di ferro un cucchiaio di strutto in modo da coprire completamente il fondo e farlo riscaldare a fuoco vivo. Quindi aggiungere, nella padella di ferro, il peperoncino rosso e le strisce di guanciale trasformandoli immediatamente con un cucchiaio di legno. (Uso strettamente una padella di ferro per non alterarne il sapore del sause). Ridurre il calore e friggere il guanciale per pochi minuti, fino a quando non ha raggiunto la giusta colorazione giallo-oro (attenzione in questo momento perché è necessario prendere il momento decisivo che potrebbe essere quello che segnerà la fine di doratura o l'inizio di una possibile bruciare del guanciale). Attenzione quindi, perché per essere in grado di catturare questo momento è uno dei segreti di matriciana, che non è insegna ma che si acquisisce con l'esperienza degli antichi pastori Matriciani. Se si perde il momento magico, la matriciana è compromessa, otteniamo un guanciale bollito o uno bruciato. Arrestare la frittura di versare il pomodoro già preparato in una padella di ferro. Cuocere la salsa per circa 10 minuti, girando occasionalmente, fino a raggiungere il giusto grado di densità e fluidità. Quando sarà cotto, togliere il peperoncino rosso e nel frattempo scolare gli spaghetti non bollito troppo e fatta bollire in precedenza. Mettere gli spaghetti nella padella di ferro e soffriggere, aggiungendo il piccolo pecorino grattugiato al momento. Versate gli spaghetti in un piatto, guarnire con un po 'di pecorino e servite caldo.

Processo di matriciana

1) Tagliare le fette di guanciale in strisce lunghe, uniforme e dello stesso spessore

Macelleria Norcineria Amadio, Corso Umberto I - n ° 22, Amatrice (Ri) Italia

2) Scottate i pomodori in acqua bollente Casalini e poi spelee che rimuovendo la parte centrale ed i semi. Tagliare a pezzi i pomodori e metterli in una ciotola con il loro succo.

3) Grattugiare il pecorino di Amatrice.

4) Mettere in una padella un cucchiaio di strutto in modo da coprire completamente il fondo e farlo riscaldare a fuoco vivo.

5) Quindi aggiungere, nella padella di ferro, il peperoncino rosso e le strisce di guanciale trasformandoli immediatamente con un cucchiaio di legno.

6) Ridurre il calore e friggere il guanciale per pochi minuti, fino a raggiungere il giusto colorazione giallo oro.

7) Fermare il frittura di versare il pomodoro già preparato in una padella di ferro. Cuocere la salsa per circa 10 minuti, girando occasionalmente, fino a raggiungere il giusto grado di densità e fluidità.

8) Quando sarà cotto, togliere il peperoncino rosso e nel frattempo scolare gli spaghetti non bollito troppo e fatta bollire in precedenza.

9) Versare gli spaghetti in un piatto, guarnire con un po' di pecorino e servite caldo.